INDIA – India del Sud 17 giorni

Prezzo
Da€2,500
Prezzo
Da€2,500
Nome e Cognome: (obbligatorio)*
Email: (obbligatorio)*
Telefono
Città di partenza
Data partenza
Data ritorno
Numero di notti in loco
Aspettativa di spesa a persona
Nome dei partecipanti (nome; cognome; data di nascita dei bambini)
Dettaglio richiesta
Salva nella lista dei desideri

Adding item to wishlist requires an account

52

Perché prenotare con noi?

  • Assistenza in loco per tutte le destinazioni
  • Nostra assistenza diretta per emergenze 24/7 su ns. numero cellulare privato durante il viaggio
  • Preventivo costruito su misura
  • Oltre 1000 clienti soddisfatti

Hai una domanda?

Non esitare a chiamarci. Un contatto telefonico diretto ci permetterà di capire meglio le tue esigenze per costruire il tuo viaggio proprio come lo desideri!

055 5308934

055 2654587

info@viaggincanto.it

17 Giorni
Disponibilità : Tutto l'anno
Aeroporti italiani
Arrivo a: Chennai
Età minima : Tutti

INCANTO IN INDIA DEL SUD

UN SOGNO LUNGO UN VIAGGIO: TAMIL NADU, KERALA, KARNATAKA & MUMBAI

TRA STORIA, PREISTORIA, GENTI, NATURA, CROCIERE FLUVIALI NEL REGNO DI SHIVA & VISHNU

CHENNAI – MAHABALIPURAM – KANCHIPURAM – TIRUVANNAMALAI – AUROVILLE – PONDICHERRY – CHIDAMBARAM – THANJAVUR – TRICHY – SRIRANGAM – MADURAI – ALEPPEY –COCHIN – MYSORE – SOMNATHPUR – MUMBAI

Viaggio esclusivo organizzato da India Incanto

MINIMO 2 PERSONE

17 Giorni

Partenza e ritorno

Dai principali aeroporti italiani

quota a persona in camera doppia a partire da € 2.500,00

Trattamento previsto: pernottamento e prima colazione in hotel categoria 5 stelle.

A cui si devono aggiungere

  • Tasse aeroportuali da € 247,00
  • Gestione Pratica: € 60,00
  • Assicurazione Medico-Bagaglio-Annullamento: 2,7% della quota individuale.
  • Visto India: € 75,00

OMAGGI INCLUSI

  • *** Zaino
  • *** Guida turistica
  • *** Mappe
Le quote comprendono

Voli di linea in economy con pasti a bordo, sistemazione in hotel (ed 1 notte in house-boat) per 16 notti  base doppia con trattamento di pernottamento e prima colazione, 1 giorno in pensione completa sulla house-boat (V.programma), accoglienza aeroportuale con una ghirlanda di fiori in omaggio, trasferimenti aeroporto/hotel/aeroporto con assistenza, auto cat. superior (tipo Toyota Innova) uso esclusivo con autista privato parlante inglese durante tutto il tour ed i trasferimenti, guide ufficiali parlanti inglese in tutte le località indicate in programma (parlante italiano a Mumbai), tutte le visite, escursioni ed attività indicate (compreso walking tour culturale all’alba a Madurai, Katakhali performance a Cochin), ingresso ai monumenti e siti archeologici, visto turistico ed assicurazioni da specifica, tasse locali e di servizio.

Le quote non comprendono

: I pasti non menzionati e comunque le bevande ai pasti, spese di natura personale, mance, quanto non indicato alla voce “le quote comprendono”.

N.B. Tutti i nostri tour sono su misura, si possono quindi rielaborare a seconda delle vostre preferenze

Itinerario

1° GiornoITALIA – CHENNAI

Partenza dalle città italiane con voli di linea per Chennai

2° GiornoCHENNAI

Arrivo in aeroporto, Incontro con gli assistenti e trasferimento in hotel, pernottamento. Dopo un po’ di riposo partenza, in tarda mattinata, per il tour della città con la vostra guida: inizio dal Fort St.George, il primo avamposto degli inglesi nell’India del Sud costruito nel 1640. Si affaccia sulla Marina, la chilometrica spiaggia di Chennai che gode di vita propria rispetto al gioioso caos cittadino, con i suoi ristoranti, i suoi commerci, la gente che vi si reca durante il giorno per 4 chiacchiere o per godersi un po’ di relax. Nei pressi del forte troviamo belle costruzioni di epoca coloniale come l’exchange-building, la casa del governatore, la chiesa St.Mary. La visita prosegue con St.Thomas Mount e l’omonima cattedrale. Poi il più importante tempio della città, il Kapalishvara Mandir: è qui che si incontra l’India più vera, osservando i riti, i gesti, i canti dei fedeli che si ripetono sempre uguali da millenni. Il Tempio del XII Secolo è dedicato a Shiva ed in particolar modo a sua moglie Parvati, nella forma di pavone (così trasformata da Shiva per essersi fatta ammaliare dalla danza di un pavone). Interessante anche l’Accademia d’Arte Kalakshetra, centro di diffusione della cultura indiana a livello internazionale che ha visto nascere i più grandi musicisti della musica carnatica (tipica dell’India del sud) ed i ballerini della più amata forma di danza classica: Bharata Natyam. Deciderete l’ordine delle visite ed il programma insieme alla guida, quando viene a prendervi in hotel (questo vale anche per tutte le future visite del tour). Rientro in hotel in serata. Pernottamento.

3° GiornoCHENNAI – MAHABALIPURAM

Dopo la colazione partenza in auto per Mahabalipuram (58 km/1 ora e mezzo), uno dei siti archeologici più importanti di tutta l’India. Un panorama punteggiato di palme, spiagge bianche e piccoli villaggi di pescatori sono il preludio, avvicinandosi si odono le antiche melodie degli “scalpellini” che accompagnano il battere dei martelli su blocchi granitici che diventeranno sinuose statue, orgoglio dell’artigianato locale. La prima tappa è lo Shore Temple (fatto costruire dal re Pallava Rajasimha nel VIII Sec), simbolo della città e primo tempio edificato dalla dinastia dell’arte dravidica ad essere assemblato con grandi blocchi di granito e non scavato nella roccia come precedentemente avveniva. Lo scenario è spettacolare, con le onde che lambiscono il tempio che sorge sulla spiaggia. L’attrazione principale è offerta dai Pancha Pandava Ratha: 5 templi scavati in monoliti granitici ad imitazione dei carri utilizzati dagli induisti nelle cerimonie religiose; non meno suggestiva l’imponente parete di roccia scolpita dal nome “Arjuna’s Penance” e non mancherete di ammirare i tanti templi all’interno di piccole grotte e la famosa “Krishna’s Butter Ball”. L’intero complesso fa riferimento alla più grande storia epica indiana: il Mahabharata. Visita dell’area. Sistemazione in hotel e pernottamento.

4° GiornoMAHABALIPURAM – KANCHIPURAM – TIRUVANNAMALAI

Partenza per Kanchipuram che dista 50 Km da Mahabalipuram, una delle sette città sacre dell’India (insieme a Varanasi, Haridvar, Ujjain, Ayodha, Mathura e Dwarka) dedicata a Shiva e Vishnu e capitale della dinastia Pallava (IV Sec) e delle seguenti che ne fecero fulcro dell’arte, della scultura ed architettura, ma anche dello studio delle filosofie induista e buddista. Fatevi trasportare dal fiume di pellegrini tra un tempio e l’altro, in un’aria pervasa dai canti, le preghiere, lo scampanellio continuo dei fedeli che annunciano alla divinità il loro ingresso ai templi. Il principale è Ekambareshvara Mandir, antico tempio dedicato a Shiva (come quasi tutti quelli presenti) con la sua Sala delle 1.000 colonne ed il Lingam Prithivi (uno dei simboli di Shiva) la cui storia mitologica è ricca di fascino, come tutti gli epici racconti di divinità e guerrieri. Visita di altri magnifici templi quali Vaikunda Perumal, Kailasantha e Varatharaja. Ultimate le visite partenza per Tiruvannamalai che visiterete approfonditamente l’indomani. Sistemazione in hotel. Pernottamento.

5° GiornoTIRUVANNAMALAI - PONDICHERRY

La giornata inizia con la visita di questa magnetica città dove la spiritualità e devozione sono quasi realtà “fisiche” tanto pervadono l’aria: è questa una località fuori dai classici itinerari turistici ma (anche per questo) di grande interesse. Tiruvannamalai (letteralmente: “la montagna rossa”) è una delle 5 città sacre più importanti del Tamil Nadu ed è consacrata al culto del fuoco (elemento rappresentante Lord Shiva), sorge non a caso alle pendici dell’antico vulcano Arunchala. Il tempio principale che domina la città è il Tempio di Arunachaleshvara (ogni dicembre, nella notte di penilunio, viene celebrata una suggestiva festa induista durante la quale vengono illuminate con grandi falò le pendici del vulcano Arunachala). La vista più suggestiva di questo enorme complesso la si ha salendo verso le grotte di meditazione di Shri Ramana Maharishi, grande maestro e santo che ha vissuto in questa località fino al 1922. Non lasciate la città senza aver visitato l’Ashram di Sri Ramana, sarete benvenuti se vorrete trascorrere qualche tempo nella grande sala dove centinaia di persone da tutto il mondo salmodiano Mantra e meditano. Dedicate a questo luogo tutto il tempo che vorrete, segue partenza per la prossima tappa. Altre emozioni vi attendono a Pondicherry. Pernottamento.

6° GiornoPONDICHERRY

Partenza, dopo la colazione, per Auroville, a 15 minuti di auto da Pondicherry. La città fu fondata da la Mère nel 1968 e significa “Villaggiodell’Alba” http://www.auroville.org/. Spicca tra tutto il centro di meditazione Matri Mandir, con la sua sfera di cristallo (la più grande al mondo). La città a forma di galassia ospita cittadini (soprattutto) occidentali che vi risiedono a lungo dedicandosi a pratiche yoga e meditazione. E’ fondamentale arrivare entro le 10:00 del mattino. Giunti al centro visitatori assisterete ad un breve video introduttivo al Matrimandir, segue passeggiata di 1 km fino a giungere all’area panoramica da cui si domina sul Parco dell’Unità e l’imponente Matrimandir. Prima di rientrare a Pondicherry potrete visitare la libreria ed i negozi con l’artigianato creato dagli abitanti di Auroville.

Il Parco è il cuore di Auroville ed include: il MATRIMANDIR che rappresenta la MARDE UNIVERSALE o la DIVINA COSCIENZA ed ha la forma di una enorme sfera (la più grande sfera al mondo) che ospita la “Inner Chamber” (camera interna). Le 12 stanze rappresentanti i 12 PETALI rappresentano le 12 QUALITA’ o VIRTU’ della marde Universale. Sia nella Camera Interna che nelle Stanze/Petali si svolge la meditazione/concentrazione. I 12 giardini intorno al Matrimandir rappresentano i 12 POTERI della MADRE UNIVERSALE. Il centro geografico di Auroville è rappresentato da un enorme albero di Banyan Tree, nei suoi pressi l’Anfiteatro dove si tengono cerimonie ed innaugurazioni. Il Matrimandir rappresenta la Coscienza Divina ed è l’anima di Auroville; è aperto a chi, con le parole del la Mere, “è sincero e serio e vuole realmente imparare la concentrazione; il Matrimandir non è un tempio nel senso convenzionale del termine, non è un luogo di preghiera, né è associato al alcuna religione passata, presente o futura”. Segue trasferimento a Pondicerry e visita guidata di questa affascinante cittadina dove “Shiva” incontra la “Belle Epoque”: la città è stata protettorato francese sino al 1954 e profonda è l’influenza architettonica e culturale rimasta, con i suoi grandi boulevard, ristoranti francesi, coloniali. Circondata da bellezze naturali sorge sull’altopiano del Deccan. Qui Aurobindo ha trascorso gran parte della sua vita, rifugiato dalle persecuzioni degli inglesi che, dopo averlo imprigionato una prima volta perché fervente indipendentista, avrebbero voluto processarlo una seconda volta. Aurobindo fondò a Pondicherry il suo Ashram nel 1926. Oltre ad essere uno dei precursori del movimento di liberazione dell’India, è stato un Maestro e Filosofo di primo rilievo ed il suo Messaggio famoso nel mondo. Fino al 1973 l’ashram fu retto dal suo alter-ego, Mirra Alfassa, nota come la Mère, sua compagna di vita e di pensiero. Visita della città e dell’Ashram di Aurobindo. Pernottamento.

7° GiornoPONDICHERRY - CHIDAMBARAM – THANJAVUR

Appuntamento alle 08:45 per provare l’esperienza di qualche minuto di concentrazione nella Inner Chamber del Matrimandir (da vicino ed entrandovi si ha l’impressione di essere in un’astronave costruite negli anni ’70 …). Potrete passeggiare tra le radici aeree del sacro Banyan Tree e nell’anfiteatro il cui fulcro è un urna di cemento che contiene la terra portata dai volontari giunti da tutto per costruire questo luogo dell’Utopia. Salutata Auroville partenza per il centro di una verdeggiante regione agricola ed alla foce del fiume Kauveri: Chidambaram (60 km) vi aspetta, una delle località artistiche e spirituali più importanti dell’India: la città dello Shiva Nataraja, lo Shiva danzante. È questo il luogo della danza che sconfigge l’ignoranza dei demoni (tandava) e della danza cosmica attraverso la quale la divinità crea la vita e l’universo intero (bhujangatrasa, cioè “il tremore del serpente”). Visita del tempio Sabhanayaka Nataraja, costituito da quattro cortili concentrici su cui si affacciano templi (Govindaraja, dedicato a Vishnu), colonnati (sala delle mille colonne), decori (le 108 posizioni della danza bharata natyam, la più antica tra le danze classicheindiane). Il cuore del tempio è la Cit Sabha (vietato l’accesso ai non indu) che custodisce il sacro lingam d’etere, akashalingam, da cui nascono aria, acqua, fuoco, terra. Il lingam è però invisibile poiché il dio abita nel cuore dei fedeli. Il viaggio prosegue verso Thanjavur (Tanjore). Sistemazione in hotel. Pernottamento.

8° GiornoTHANJAVUR – TRICHY - SRIRANGAM – MADURAI

La giornata inizia con la visita della città detta “ciotola di riso” o “granaio” dell’India del Sud: posta nella regione del delta del fiume Cauvery è attraversata da una fitta rete di canali che irrigano immense risaie. Un tempo capitale dell’impero Chola, alla loro dinastia si deve la costruzione del tempio simbolo della città: Brihadeshvara Temple, edificato nell’anno 1.000 è uno dei massimi esempi di arte dravidica di tutta l’India. Il tempio era abitato da sacerdoti, artigiani, commercianti, astrologi, e persino 400 ballerine che danzavano al tempio in onore degli dei. Il cuore del tempio è il sacro shivalingam alto 3 metri e mezzo, dove viene celebrata a ciclo continuo una puja (preghiera) collettiva. Interessante è anche il Palazzo Reale di Nayak a forma piramidale costruito a partire dal XVII Secolo. Segue partenza per Madurai (185 km), lungo il tragitto sosta per visitare Trichy ed il suo Rock Fort Temple, sulla vetta di uno sperone roccioso da cui si gode una meravigliosa vista: al di là del fiume Kaveri svettano le alte cupole dei templi della città di Vishnu, Srirangam (letteralmente “bel signore che si trova sulla terra tra i due fiumi”). Oltrepassato il fiume si entra a Srirangam, la più grande città-tempio dell’India, dove il sacro ed il profano si compenetrano ed il misticismo pervade l’aria. La sua parte centrale è costituita da quello che è considerato il più importante dei 108 templi dedicati a Vishnu: Shri Ranganathaswami, edificato nel XIV Secolo e costituito da 7 mura concentriche (come i 7 elementi che compongono il corpo umano, nel centro dei quali abita l’anima), con 4 ingressi sormontati da alti gopuram (ben 21 torri sacre). Il cuore del tempio contiene l’immagine di Vishnu Ranganatha. Arrivo in serata a Madurai, pernottamento.

9° GiornoMADURAI

Madurapri è la città del “madu”, il nettare divino caduto dai capelli di Shiva. E’ la città sacra del brahamesimo, meta di pellegrinaggio, dove i templi sono in numero maggiore delle abitazioni. Conosciuta sin dal tempo degli egizi e greci come un ricchissimo centro di commercio e produzione di spezie e sete è anche nota per la tradizione culturale e letteraria grazie alla sua accademia: il Sangam. Madurai è la città dei festival ma anche della Dea Meenakshi che qui è venerata da oltre 2.000 anni nello splendido tempio a lei dedicato. La città è disegnata a forma di mandala di fiore di loto, il cui centro è occupato dal Tempio della Dea Meenakshi, considerato l’evoluzione massima dell’architettura dravidica. Da qui si diramano concentricamente strade, piazze, bazaar. L’immenso complesso del tempio conta 12 gopuram, il miglior modo di visitarlo è di perdersi al suo interno, vagando tra le sue trade, cortili, vasche, portici, saloni, templi, tra melodie, canti e suoni di tamburo. Una magica esperienza. Giornata intera dedicata alle visite della città a partire da un felice esperimento creato da un gruppo di guide turistiche: “Walking tour” culturale all’alba per i vicoli nel cuore della città: vedrete il “lattaio” che munge la mucca e lo trasporta in bici per venderlo, improvvisate cucine sui marciapiedi dove sobbollono verdure ed intingoli per la colazione, il mercato della frutta, la processione con l’elefante che si reca al tempio. Prima colazione in ristorante locale con piatti della tradizione (Dosai, Idly…). Dopo un po’ riposo la vostra guida (se disponibile vi fornirò “Prabu”, ottima guida e caro amico) vi condurrà alla scoperta della città. Pernottamento in hotel.

10° GiornoMADURAI – ALEPPEY

Dopo la prima colazione partenza per Aleppey, al centro della rete fluviale nota come “backwaters”, un intricato sistema composto da 44 fiumi che coprono una superficie di 1.500 Km. Questi collegamenti sono gli unici esistenti tra i molti villaggi rurali, lungo le backwaters si trasportano merci e passeggeri, vi predicano sacerdoti e santoni a bordo delle loro barchette, il “ragazzo del latte” rifornisce i villaggi lungo costa e persino matrimoni galleggianti prendono vita in questo “mondo a parte”. Tutto intorno panorami indimenticabili orlati di palme, uccelli multicolori, reti da pesca …. Una volta arrivati imbarco sulla nostra “house-boat” (in esclusiva per voi) per un’indimenticabile crociera di 1 notte/1 giorno su queste tradizionali imbarcazioni (pensione completa a bordo dal pranzo alla prima colazione di domani). Navigando nel dedalo delle vie d’acqua costeggeremo mangrovie, campi di un verde brillante costellato di palme e toccheremo anche il suggestivo villaggio di Kumarakon, affacciato sul lago Vembanadu.

12° GiornoALEPPEY – COCHIN

Dopo la prima colazione sbarco dalla house-boat e trasferimento, attraverso un fantastico susseguirsi di baie, spiagge dorate e foreste di palme, alla vicina Cochin. All’arrivo visita della città che comprende il Forte Kochi nel cuore della parte storica con le sue pittoresche reti da pesca che disegnano il panorama della costa, il Palazzo Mattancherry e l’antica basilica di Santa Cruz. Segue la visita ad Hill Palace (il più importante museo archeologico del Kerala), Bolgatty Palace, Willingdon Island e la chiesa di St.Francis (la più antica cattedrale cristiana dell’India). Non si può lasciare Cochin senza aver assistito ad una performance di Danza Kathakali (inclusa nelle quote)! Pernottamento.

13° GiornoCOCHIN – BANGALORE - MYSORE

Prima colazione e trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo per Bangalore. Arrivo e trasferimento a Mysore, città dal medioevo al centro della storia del sud dell’India e sistemazione in hotel. Questa bella città è circondata da parchi tropicali e foreste di legno di sandalo. La città è legata al demone dalla testa di bufalo Mahishasura (da cui Mahisur in lingua kannada, rinominata dagli inglesi Mysore) ucciso in questa località dalla dea Durga. La sua vittoria sul demone viene festeggiata in tutta l’India ed è chiamata Dusserha , culmine del festival Navaratri (10 giorni di festeggiamenti durante il mese hinduista di Ashvin). In serata visita al Tempio Sri Chanundeswari, a 1.062 metri di quota sulla sommità della Chamundi Hill, da cui domina la città con il suo imponente gopuram (torre d’ingresso) alto 40 metri. Bellissimo è il panortama di Mysore dal Tempio. Rientro in hotel. Pernottamento in hotel.

14° GiornoMYSORE – SOMNATHPUR – MYSORE

Dopo la prima colazione partenza per Somnathpur (30 Km/1 h. circa) percorrendo una strada di campagna verso il fiume Kaveri. Il villaggio è isolato ed immerso nella natura tra alberi secolari e la pace della verdeggiante campagna. Qui scopriamo uno dei massimi esempi dell’arte della dinastia Hoysala, il Tempio Kevashada dedicato a Lord Vishnu (XIII Sec). Le incisioni di ogni gruppo scultoreo rappresentano tutta la mitologia ed arte sacra dell’induismo: vi sono rappresentate le storie del Mahabaratha, del Ramayana e dei Purana. Tra le migliaia di splendide rappresentazioni se ne possono ammirare alcune molto rare delle divinità. Rietro a Mysore, nel pomeriggio visita della città di Mysore e le sue meraviglie: con le sue forme insolite che in niente somigliano alle architetture dell’India del Sud, il Palazzo del Maharaja è uno degli edifici più spettacolari del Paese. Ben rappresenta, con l’esibizione dello sfarzo e del lusso, il potere della dinastia Wadiyar, che ha regnato incontrastata sul Deccan meridionale dal XV Secolo fino all’indipendenza indiana. Nel complesso reale si trovano 12 templi, tra cui Prasanna Krishnaswamy dedicato a Lord Krishna (ogni anno, durante i festeggiamenti per il compleanno di Krishna, festival Kamashthami, vi si susseguono ininterrottamente processioni e puja). Il Jaganmohan Palace, tra gli edifici più antichi di Mysore, conclude la visita della città. Immancabile è una sosta al Devraja Bazaar, una tra le piazze più caotiche, affollate e colorate d’India. Pernottamento.

15° GiornoMYSORE - BANGALORE - MUMBAI

Dopo la prima colazione partenza per Bangalore, segue volo per Mumbai. All’arrivo incontro con i vostri assistenti e sistemazione in hotel. Pernottamento.

16° GiornoMUMBAI

Mattinata dedicata all’escursione alle grotte situate sull’Isola di Elephanta (partenza del traghetto ogni 30 min. a partire dalle 09:00 sino alle 14:00), si tratta di due gruppi di grotte, il primo dei quali è composto da cinque grotte indù, il secondo, da due grotte buddiste. Le prime contengono diverse sculture in pietra, e rappresentano il simbolismo religioso e spirituale della setta indù Shaiva, dedicata al dio Shiva. Le sculture intagliate nella roccia delle grotte sono state datate tra il V e l’VIII secolo d.C., anche se l’identità dei costruttori originali è ancora oggetto di discussione tra gli studiosi. Le grotte sono letteralmente scavate nella durissima roccia basaltica, e in origine erano tutte dipinte, ma di questa pittura, ora ne rimangono pochissime tracce. Rientro a Bombai. Nel pomeriggio proseguimento delle visite: Gateway of India, Hanging Garden, Kamla Nehru Park Mani Bhawan, Dhobi Ghat, Crawford Market etc… Rientro in hotel in serata. Pernottamento.

17° GiornoMUMBAI – ITALIA

Trasferimento in aeroporto e volo di linea in classe economica per l’Italia

Galleria fotografica

GDPR