ISLANDA – Viaggio al centro della Terra, 17 giorni

Prezzo
Da€1,750
Prezzo
Da€1,750
Nome e Cognome: (obbligatorio)*
Email: (obbligatorio)*
Telefono
Città di partenza
Data partenza
Data ritorno
Numero di notti in loco
Aspettativa di spesa a persona
Nome dei partecipanti (nome; cognome; data di nascita dei bambini)
Dettaglio richiesta
Salva nella lista dei desideri

Adding item to wishlist requires an account

92

Perché prenotare con noi?

  • Assistenza in loco per tutte le destinazioni
  • Nostra assistenza diretta per emergenze 24/7 su ns. numero cellulare privato durante il viaggio
  • Preventivo costruito su misura
  • Oltre 1000 clienti soddisfatti

Hai una domanda?

Non esitare a chiamarci. Un contatto telefonico diretto ci permetterà di capire meglio le tue esigenze per costruire il tuo viaggio proprio come lo desideri!

055 5308934

info@viaggincanto.it

17 Giorni
Disponibilità : Tutto l'anno
Età minima : Tutti

ISLANDA: VIAGGIO AL CENTRO DELLA TERRA

TRA I TROLLS, IL POPOLO INVISIBILE, FOLLETTI E FATE: NEL REGNO DI FUOCO & ACQUA

 

Viaggio esclusivo organizzato da Viaggincanto

17 Giorni

quota a persona in camera doppia a partire da € 1.750,00

Trattamento previsto: 3 prime colazioni, 1 cena, 12 in solo pernottamento.

A cui si devono aggiungere

  • Gestione Pratica: € 60,00
  • Assicurazione Medico-Annullamento: su richiesta

OMAGGI INCLUSI

  • *** Zaino
  • *** Guida turistica
  • *** Mappe
Le quote comprendono

Soggiorno di 16 notti in hotel/chalets/appartamenti con il trattamento indicato in programma (3 prime colazioni, 1 cena, 12 in solo pernottamento). Noleggio auto Tipo SUZUKI VITARA 4 RUOTE MOTRICI per 16 giorni comprensivo di assicurazione CDW, tasse aeroportuali, abbattimento franchigia, Km illimitato, Navigatore GPS. 

Le quote non comprendono

Voli da/per l’Italia, Pasti non menzionati, Escursioni facultative, Assicurazione multirischi.

N.B. Tutti i nostri tour sono su misura, si possono quindi rielaborare a seconda delle vostre preferenze

Itinerario

Uno tra i piu’ completi itinerari da svolgere in liberta’ con la vostra auto a noleggio. E’ facilissimo e meraviglioso percorrere tutta la ring-road (statale ad anello su cui girare tutta l’Isola, pochissimo trafficata) con qualche deviazione nel cuore del Paese. Vi consiglieremo ristoranti, i luoghi nascosti da scoprire e mille consigli utili per farvi trovare “a casa vostra” non appena scesi dall’aereo. Vi proponiamo ottime sistemazioni, in posizione da sogno o nei paesini di pescatori, alternando camere d’hotel, appartamenti, chalets, agriturismi. Ogni viaggio è personalizzabile, in durata, tappe, attività

Galleria fotografica

1° GiornoKEFLAVIK-REYKJAVIK

Arrivo all’aeroporto di Keflavik. Prelievo dell’auto a noleggio (Suzuki Vitara o simile, 4 ruote motrici, navigatore GPS) e trasferimento libero a Reykjavik.
HOTEL KLETTUR o analogo in BB – REYKJAVIK

2° GiornoREYKJAVIK

Giornata libera dedicata alla visita della città. Il centro è raggiungibile a piedi; Reykjavik è una piccola capitale a misura d’uomo. Molte sono le strade pedonali, piene di vita e colori con le tipiche abitazioni dai tetti spioventi, negozi, ristoranti e pub. Consigliamo di vistare il bel Museo d’Arte di Reykjavik-Hafnarhus (www.artmuseum.is), ospitato in un vecchio deposito splendidamente restaurato e convertito in uno spazio espositivo ed il Vecchio Porto dove poter pranzare e/o cenare (vi consiglieremo un ottimo ristorante di pesce, informale e squisito, dove viene servita la zuppa di scampi più famosa della città. Nel pomeriggio passeggiare lungo la via degli artisti Skolavordustigur fino all’immensa Hallgrimskirkja, grande chiesa luterana in cemento bianco: dalla cima della torre si gode una magnifica vista sulla città. Scesi dalla torre fare un giro nella principale via dei negozi, Laugavegur. Rientro in hotel.

HOTEL KLETTUR o analogo in BB – REYKJAVIK

3° GiornoREYKJAVIK – PINGVELLIR NATIONAL PARK – GEYSIR – GULLFOSS – PJORSARDALUR – HVOLSVOLLUR

Il PARCO NAZIONALE DI PINGVELLIR. 40 Km nord-est di Reykjavik è il sito storico più importante d’Islanda e di grande fascino. Nel 930 dc i vichinghi vi fondarono il primo parlamento democratico del mondo, l’Alpingi. Il sito si trova in un ambiente naturale di bellezza straordinaria, in un immensa vallata di fiumi e cascate, crete dall’incontro della placca tettonica nordamericana con quella euroasiatica. Patrimonio Unesco dal 2004. Vi indicheremo i più suggestivi itinerari da percorrere www.thingvellir.is .
GEYSIR. Una delle attrazioni più famose dell’Islanda è Geysir (letteralmente “eruzione”), la sorgente calda originaria, da cui tutti gli altri geyser del mondo hanno preso il nome. Fino al 1916 emetteva getti d’acqua alti fino ad 80 metri, da allora l’attività è ridotta. Per fortuna, proprio accanto, si trova un geyser molto affidabile, Strokkur. Ogni 5-10 minuti sprigiona un getto fino a 30 metri di altezza.
GULLFOSS. La cascata più importante d’Islanda è Gullfoss www.gullfoss.is, che precipita in uno spettacolare doppio salto per 32 metri per poi precipitare in uno stretto burrone. Un sentiero pavimentato si snoda dal centro informazioni turistiche ed una serie di gradini scende fino all’acqua.
Arrivo ad Hvolsvollur, sistemazone in hotel.

HOTEL HVOLSOLLUR in solo pernottamento – HVOLSOLLUR

4° GiornoHVOLSVOLLUR – FLJOTSHILD/GLUGGAFOSS – SELJALANDSFUSS – SKOGAR/SKOGAFOSS – GHIACCIAIO SOLHEIMAJOKULL – DYRHOLAEY – REYNISFJARA – REYNISDRANGUR – VIK – FJADRARGLJUFUR – KIRKJUBAEJARKLAUSTUR

FLJOTSHILD. La “Ring Road” (statale che circonda tutta l’Isola e che spesso vi troverete a percorrere) segue il profilo delle colline verde muschio di Fljtshlid, offrendo su un lato bei panorami delle loro cascade, come GLUGGAFOSS, e sull’altro la vista del delta del fiume MARKARFLJOT e dell’EYJAFJALLAJOKULL, il vulcano reso celebre dall’esplosione di cenere del 2010.
SELJALANDSFOSS E GLJUFURARBUI. Dalla strada principale potrete deviare per la magnifica cascata SELJALANDSFOSS, che da un’alta scarpata rocciosa si getta in un profondo laghetto verde. Un sentiero (un po’ sdrucciolevole) gira dietro il salto d’acqua. Qualche centinaio di metri più avanti lungo la strada per Porsmork si trova la cascata GLJUFURARBUI che precipita in un canyon nascosto.
SKOGAR/SKOGAFOSS. Skogar si annidia sotto la calotta glaciale dell’Eyjafjallajokull, nelle immediate vicinanze della Hringvegur. Al margine occidentale vedrete la vertiginosa cascata Skogafoss, mentre sul versante orientale troverete il favoloso museo delle tradizioni.
DA SKOGAR A VIK. Mentre la Hringvegur disegna un arco a est da Skogar a Vik, i fianchi delle colline si alzano verso i ghiacciai, i monti e i vulcani dell’entroterra, e i fiumi scendono da burroni correndo dalle distese di pascoli fino alle spiagge di sabbia nera. Questa zona ha un aspetto spettacolare e al contempo bucolico. Cosa vedere da ovest ad est:
SOLHEIMAJOKULL. E’ una delle lingue glaciali più facili da raggiungere e scende dalla calotta principale del Myrdalsjokull.
SOLHEIMASANDUR. Un relitto di un aereo Douglas DC-3 militare si trova sulla spiaggia di sabbia nera. Si trova ad est della diramazione Solheimajokull/strada n.221 a sud lungo il sentiero d’accesso di una fattoria alla spiaggia. La strada è stata chiusa, quindi occorre proseguire a piedi dal rudimentale parcheggio (la passeggiata è piuttosto lunga quindi potrete attendere il bus navetta che parte ogni ora circa).
DYRHOLAEY. Una delle formazioni naturali più riconoscibili della costa meridionale è il promontorio roccioso con l’enorme arco di pietra di Dyrholaey, che si erge dalla pianura circostante 10 km ad ovest di Vik. Potrete visitare le spiagge nere sferzate dall’oceano ed ammirare il panorama mozzafiato dalla cima del promontorio. E’ questa una Riserva Naturale ricca di avifauna tra cui spiccano le pulcinella di mare.
REYNISFJARA. Dal versante occidentale del Reynisfjall, l’imponente crinale che sovrasta Vik conduce dopo 5 km alla spiaggia nera di Reynisfjara, orlata da un incredibile gruppo di colonne basaltiche che ricordano l’organo di una chiesa: da qui si può ammirare l’arco di Dyrholaey, verso ovest, in tutta la sua interezza. Le scogliere circostanti sono ricche di grotte dove nidificano in estate le pulcinella di mare. Subito al largo della costa si ergono i faraglioni di Reynisdrangur.
REYNISDRANGUR. L’attrattiva più celebre di Vik è il gruppo di faraglioni noti come Reynisdrangur che si ergono dall’oceano all’estremità occidentale della spiaggia di Vik.
FJADRARGLJUFUR. Una gola pittoresca scavata dal fiume Fjadra 2 milioni di anni fa.
KIRKJUBAEJARKLAUSTUR. Minuscolo villaggio tra le scogliere ed il fiume Skafkà dove si notano le rovine delle fattorie sommerse dal fiume di lava dell’eruzione del volcano Laki. Alla periferia occidentale del villaggio si ammira la cascata doppia di SYSTRAFOSS che precipita dalle rocce.

HOTEL LAKI in solo pernottamento o analogo – KIRKJUBAEJARKLAUSTUR

5° GiornoKIRKJUBAEJARKLAUSTUR – SANDAR (NUPSSTAOUR – LOMAGNUPUR – SKEIDARARSANDUR) – SKAFTAFELL (PASSEGGIATA A SVARTIFOSS) – HOF– JOKULSARLON CON “ZODIAC BOAT TOUR” X ICEBERG– HOFN (PASSEGGIATA SUL PROMONTORIO DI OSLAND).

SANDAR. I Sandar sono una regione piatta e deserta lungo la costa. Dai ghiacciai si staccano materiali argillosi, sabbia e detriti che vengono trasportati a valle dai fiumi glaciali. Il Skeidararsandur è il più spettacolare e si estende per 40 km tra la calotta glaciale e la costa di Nupsstadur con una distesa di sabbie nere spazzate dai venti ed attraversate da impetuosi fiumi glaciali.
NUPSSTADUR. Lomagnupur domina la vecchia fattoria di Nupsstadur con il suo suggestivo tetto di torba. Non è raggiungibile in auto ma si può parcheggiare accanto alla strada e camminare fino agli edifici per scattare qualche foto.
LOMAGNUPUR. Il tratto stradale è splendido, con spettacolari pinnacoli rocciosi chiamati Lomagnupur.
SKEIDARARSANDUR. E’ il più vasto sandur del mondo.
SKAFTAFELL. Il cuore del Parco Nazionale Vatnajokull, racchiude tra le sue vette spettacolari vette, cascade, foreste e ghiacciai. Da qui iniziano moltissimi sentieri di trekking. Tra le sue meraviglie la cascata Svartifoss:
SVARTIFOSS. La cascata Nera è circondata da colonne di basalto nero, protagonista di centinaia di cartoline. E’ raggiungibile attraverso un facile sentiero di 1,8 km che sale dal centro visitatori. Un altro itinerario molto battuto è la facile camminata di 1 ora (3,7 km andata e ritorno) fino al ghiacciaio SKAFTAFELLSJOKULL. Il sentiero segnato inizia presso il centro visitatori e conduce proprio davanti al ghiacciaio.
HOF. Nel villaggio si trova una chiesetta di legno con il tetto di torba che sembra uscita da un libro di fiabe, in una cornice di betulle e frassini, con fiori che crescono sul tetto ammantato d’erba.
JOKULSARLON. Laguna glaciale costellata di iceberg. Dovrete raggiungere l’imbarco per le 14:15 per l’escursione in gommone prenotata per le ore 13:30 (oppure per le ore 16:00) ZODIAC BOAT TOUR della durata di 1 ora per osservare iceberg e foche. Il sito deve essere raggiunto 30 minuti prima dell’orario prenotato, il costo è di 73,00 USD (non incluso nel pacchetto), prenotabile tramite il sito indicato (oppure nostro tramite: da leggere le condizioni generali applicate dall’organizzazione).
HOFN. Villaggio in posizione splendida; in una giornata di sole potrete scendere fino al mare, trovare una panchina tranquilla ed ammirare il Vatnajokull e la sua confraternita di ghiacciai. Hofn è famosa per la pesca delle humar (scampi).
OSLAND. Su questo promontorio, situato a circa 1km dopo il porto da cui osservare gli uccelli marini, ma fate attenzione alle sterne codalunga che si tuffano in picchiata.

SKYJABORG APARTMENTS in solo pernottamento o analogo – HOFN

6° GiornoHOFN – tutta la strada costiera fino a FASKUDSFJORDUR (cittadina di DJUPIVOGUR, BERUFJORDUR, BREIDDALSVIK, STODVARFJORDUR)

DJUPIVOGUR. I vecchi edifici ed il porto (il più antico del paese, costruito nel XVI Sec, quando i mercanti tedeschi lo usavano per i commerci) meritano una breve sosta.
Havari. Fattoria ad 1km est del Brunes HI hostel che appartiene alla famiglia del famoso musicista Prins Polo. Il granaio riadattato è un caffè con spazio per concerti, fermatevi ad assporare le saporite bulsur (salsicce vegane) fatte in casa.
BREIDDALSVIK. Tranquillo villaggio di pescatori in una bella posizione al fondo di Breddalur.
STODVARFJORDUR. Pur essendo un piccolo villaggio, è famoso per la collezione di rocce e per la sua creatività. Andate a vedere il più grazioso rifugio ornitologico d’Islanda, ad ovest del villaggio, in fondo al fiordo.
FASKUDSFJORDUR. Villaggio fondato dai marinai francesi a fine ottocento.

FOSSHOTEL EASTFJORDS in solo pernottamento o analogo – FASKUDSFJORDUR

7° GiornoFASKUDSFJORDUR – VATTARNES - REYDARFJORDUR) poi strada 92 fino ad EGILSSTADIR, da qui a dx sulla 93 fino a SEYDISFJORDUR

Da Faskudsfjordur proseguite lungo la costa fino alle impressionanti scogliere di VATTARNES, per poi costeggiare tutto il Fiordo REYDARFJORDUR, per poi proseguire verso l’interno fino ad EGILSSTADIR, da qui imboccate la via di Seydisfjordur, una strada che regala magnifici panorami, perché sale su un passo ad alta quota costeggiando il fiume Fjadara costellato di cascate, per poi scendere fino a Seydisfjordur.
SEYDISFJORDUR. Pittoresco villaggio di case multicolori circondato da montagne incappucciate di neve da cui si tuffano spettacolari cascate. E’ una cittadina con un’animata comunità di artisti, musicisti ed artigiani.

HOTEL SNAEFELL in solo pernottamento o analogo – SEYDISFJORDUR

8° GiornoSEYDIDFJORDUR – MODRUDALUR – DETTIFOSS – JOKUSLARGLJUFUR – CANYON ASBYRGI

MODRUDALUR. Lasciando la Ring-Road, percorrendo una panoramica stradina secondaria si può ammirare la Valle Modrudalur, dove potersi fermare per pranzo nella splendida fattoria con i tetti ricoperti in erba di FJALLAKAFFI, qui vendono anche i maglioni di lana LOPAPEYSA, famosi in Islanda.
DETTIFOSS. E’ la cascata più impressionante d’Islanda: la forza della natura in tutta la sua magnificenza. Può essere visitata da entrambe i lati del canyon, ed entrambi richiedono una camminata di 20 minuti dal rispettivo parcheggio. Nei presii si trova anche HAFRAGILSFOSS, una cascata più piccola e molto fotogenica che si trova a valle di Dettifoss ed offre uno splendido punto d’osservazione sul canyon.
JOKUSLARGLJUFUR. E’ parte del Parco Nazionale di Vatnajokull, l’area protegge un crinale eruttivo subglaciale ed un canyon lungo 25 km scavato dal formidabile Jokulsa a Fjollum (il secondo fiume d’Islanda) che origina dalla calotta glaciale del Vatnajokull.
ASBYRGI. All’estremità settentrionale del Parco Vatnajokull, vi troverete sull’orlo di un enorme canyon a forma di ferro di cavallo. Dal parcheggio vicino alla fine della strada (3,5 km sud dal centro visitatori) partono alcuni facili sentieri brevi che attraversano la foresta per raggiungere i punti panoramici del canyon. Il sentiero che si snoda verso est conduce ad una sorgente nei pressi del canyon, mentre quello in direzione ovest sale fino ad un punto da cui si gode un bel panorama sul fondovalle. Il sentiero che punta diritto termina invece sulle rive del Botnstjorn, un laghetto popolato da anatre all’inizio del canyon.
Soggiorno nel cottage di una fattoria affacciata su uno dei laghi costieri di Oxarfjordur. Una deliziosa cena (inclusa nelle quote) vi sarà cucinata espressa dai proprietari della fattoria.

KELDUNES GUEST-HOUSE in mezza pensione – ASBYRGI

9° GiornoASBYRGI – HUSAVIK, AVVISTAMENTO BALENE

DA ASBYRGI AD HUSAVIK. Lungo la strada n.85 si segue la costa della tozza penisola di Tjornes. L’area è nota per le scogliere ricche di fossili. Enormi fanditure, crepacci e fosse tettoniche (depressioni tra faglie geologiche) incidono il suolo del basso Kelduhverfi, dove la dorsale medio-atlantica s’immerge nel Mar Glaciale Artico.
HUSAVIK. La capitale Islandese dell’Avvistamento Balene con le sue case colorate, i musei originali e le vette coperte di neve sul lato opposto della baia. Questa antica comunità di pescatori è la cittadina più attraente di tutta la parte nord-orientale.
WHALE-WATCHING/GENTLE GIANTS. www-gentlegiants.is Prenotazione per crociera in gommone alle ore 12:30 della durata di 2 ore e mezza circa. Consigliamo la crociera “GG2 Big Whale Safari & Puffins” € 120,00 circa
(non incluso nel pacchetto), prenotabile tramite il sito indicato (oppure nostro tramite: da leggere le condizioni generali applicate dall’organizzazione). Questa gita si svolge su gommoni molto veloci ed è davvero eccitante (tra Aprile ed il 20 di Agosto si avvistano anche le pulcinelle di mare), in alternativa è possibile scegliere la crociera su barconi da pesca.
MUSEO DELLA BALENA. Interessantissimo museo allestito nell’ex macello vicino al porto.
SKRUDGARDUR. Oltre che sul lungomare, vale la pena fare una passeggiata nel parco comunale, lungo il torrente popolato di anatre, un luogo altrettanto incantevole. Vi si accede da un ponte pedonale sull’Asgardsvegur o costeggiando la guest-house Arbol.
MUSEO DELLE ESPLORAZIONI. Ripercorre la storia delle grandi esplorazioni, dai viaggi dei vichinghi alle esplorazioni polari.
CASA DELLA CULTURA. E’ uno dei più interessanti muei regionali d’Islanda che comprende sezioni dedicate alle tradizioni popolari, alla storia marittima e naturale.

HUSAVIK CAPE HOTEL in solo pernottamento o analogo

10° GiornoHUSAVIK – REKJAHLID: Anello intorno al Lago MYVATN in senso orario: GRJOTAGJA, HVERFJALL, DIMMUBORGIR, HOFDI, SKUTUSTADIR, VINDBELGJARFJALL e SIGURGEIR per bird-watching - VULCANO KRAFLA (Cratere Viti) - MYVATN

ANELLO MYVATN in senso orario. Il Lago Myvatn è la perla del nord-est. E’ famosa per la ricca avifauna ed i suoi dintorni hanno panorami di bellezza aspra ed ultraterrena, con pozze di fango ribollenti, formazioni laviche, fumarole e crateri vulcanici. Il bacino è posto ad angolo retto rispetto alla dorsale medio-oceanica; per questo motivo le condizioni di instabilità geologica hanno creato paesaggi variegati e multicolori, molto diversi da quelli di qualsiasi altra parte del paese.
GRJOTAGJA. E’ una grotta piena d’acqua a 45°, cui si accede tramite una fessura nel terreno roccioso. Si trova in una proprietà privata ma è consentito entrare e scattare fotografie. E’ un posto bellissimo specie quando i raggi del sole filtrano attraverso la fessura del tetto illuminando l’interno.
HVERFJALL. Il caratteristico anello di tefrite del monte Hverfjall domina i campi di lava lungo il margine orientale del Myvatn. Questo cratere, con i suoi 452 metri d’altezza è il punto di riferimento più maestoso del panorama di Myvatn. Un facile sentiero porta all’estremità nord-ovest fino alla cima, dalla quale si ammira la splendida vista del cratere stesso e del paesaggio circostante.
DIMMUBORGIR. Enorme campo di lava, tra i più affascinanti del paese. Una serie di percorsi escursionistici non impegnativi, contraddistinti da colori diversi, attraversa il paesaggio costellato di formazioni laviche. Il sentiero più battuto è il facile “Circuito della Chiesa” (2,3Km).
HOFDI. Paesaggio dolce coperto di betulle, abeti rossi e fiori selvatici. L’acqua limpida e cristallina e la presenza di isolotti richiamano uccelli migratori. Dai sentieri che si snodano lungo la costa si vedono piccole grotte e stupefacenti klasar (pilastri di lava). I più famosi sono quelli che emergono dall’acqua a Kalfastrond, sulla riva meridionale della penisola di Hofdi.
SKUTUSTADIR. Gli pseudocrateri di Skutustadagigar si formano quando la lava fluida nelle acque del lago Myvatn innescò una serie di esplosioni gassose; quando l’acqua intrappolata sotto la superficie raggiunse la temperatura di ebollizione, la crosta di lava scoppiò in più punti formando piccoli crateri. Il più accessibile fra i gruppi di pseudocrateri è quello situato lungo il breve sentiero che inizia a Skutustadir e raggiunge anche il vicino laghetto Kholstjorn, presso cui nidificano numerose specie di uccelli marini.
VINDBELGJARFJALL. La cima del Vindbelgjarfjall, sulla sponda occidentale del Myvatn, offre uno dei panorami più spettacolari del lago e sui suoi suggestivi pseudocrateri. Il sentiero per la sommità ripido e relativamente facile da percorrere, inizia lungo il versante sud dell’altura, vicino alla fattoria Vagnbrekka. Calcolate 30 minuti per raggiungere il monte ed altri 30 per raggiungere la cima.
MUSEO ORNITOLOGICO DI SIGURGEIR. Situato in un bellissimo edificio sul lago, dove la tradizionale architettura delle case con il tetto di torba si fonde con l’architettura moderna. All’interno una spettacolare collezione di uccelli impagliati.
Tornati sulla strada n.1 andare ad est e voltare sin sulla 863 fino al vulcano Krafla
KRAFLA. Altre bocche fumanti e crateri vi attendono, una regione vulcanica situata a 7 km a nord della Hringvegur, strada n.1.
LEIRHNJUKUR. Il luogo più impressionante e potenzialmente più pericoloso di Krafla è il cratere Leirhnjukur insieme alle sue solfatare con pozze ribollenti e bocche di vapore. La crosta terrestre è molto sottile ed in alcuni punto il suolo è estremamente caldo.
VITI. Dal suo bordo si può ammirare un pozza d’acqua verde (è un cratere d’esplosione largo 300 mt con un sentiero circolare sulla sua sommità che prosegue verso l’area geotermale situata più ad est. Viti significa “inferno”.
BAGNI TERMALI DI MYVATN. Se c’è tempo è possibile rilassarsi nelle acque termali di Myvatn (5.000 ISK = € 36,00 circa) aperti dalle 12:00 alle 22:00 Set-Mag, fino alle 24 altri mesi. Si trovano a 3 km est di Reykjahlid https://myvatnnaturebaths.is/

FOSSHOTEL MYVATN in solo pernottamento o analogo – REYKJAHLID

11° GiornoMYVATN – GODAFOSS - AKUREYRI – DALVIK - OLAFSFJORDUR - SIGLUFJORDUR - HOFSOS

(da Akureyri ad Hofsos la principale attrattiva, oltre ai bei villaggi indicati, è lo splendido panorama che si gode lungo il tragitto.) Raggiunta Hofsos immancabile bagno nella piscina INFINITY BLUE sul fiordo.
GODAFOSS. Meravigliosa cascata a cui si accede direttamente dalla Hringvegur (Ring-Road). Il sentiero dietro la cascata conduce ad un punto panoramico meno frequentato.
AKUREYRI. E’ la seconda città d’Islanda con ottimi ristoranti, caffè e gallerie d’arte. Da vedere la chiesa AKUREYRAKIRKJA, simbolo della città, costruita sulla collina dall’architetto Samuelsson nel 1940 ed il giardino botannico LYSTIGARDURINN.
DALVIK. Sonnolento villaggio in posizione stupenda tra Eyjafjordur e le colline della Svarfadardalur.
OLAFSFJORDUR. Villaggio di pescatori in una splendida posizione. Proveniendo da Akureyri si passa attraverso uno stretto tunnel lungo 3km per entrare nell’abitato.
SIGLUFJORDUR. Cittadina con un bel porto.
La strada (60 km) che collega Siglufjordur ad Hofsos è una vera festa per gli occhi!
HOFSOS. Villaggio di pescatori e centro di commerci dal XVI secolo. E’ famosa soprattutto per la splendida piscina dal design perfettamente integrato nel panorama del fiordo ed offre vedute meravigliose www.infinityblue.is

SUNNUBERG GUEST-HOUSE in solo pernottamento o analogo – HOFSOS

12° GiornoHOFSOS – SAUDARRKROKUR – BLONDUOS – PRISTAPAR – VIDIGERDI – LAUGARBAKKI - HVAMMSTANGI per escursione in barca avvistamento foche (h.13:00) - STADARSKALI - HOLMAVIK

SAUDARRKROKUR. Pittoresca cittadina adagiata lungo la riva del fiordo. Presso il centro visitatori dell’unica conceria esistente in Islanda si possono acquistare pelli di pecora ed oggetti realizzati con la pelle del pesce conciata.
HVAMMSTANGI. Appuntamento alle ore 12:30 per l’escursione di avvistamento delle foche: www.sealwatching.is della durata di 1 ora e 45 minuti (8.500 ISK = € 54,00 circa). Nota: l’organizzazione ha momentaneamente sospeso le crociere di gruppo, è possibile richiedere crociera su base esclusiva, utilizzando i contatti del sito su indicato richiedendo preventivo ad-hoc (autonomamente o nostro tramite se vorrete).
HOLMAVIK. Il villaggio di pescatori offre ampi panorami sulle acque placide dello Steingrimsfjordur ed ospita il MUSEO ISLANDESE DELLA MAGIA E DELLA STREGONERIA www.galdrasyning.is (€ 7,00) apertura 13:00-18:00.

FINNA HOTEL HOLMAVIK GUESTHOUSE in solo pernottamento o analogo

13° GiornoHOLMAVIK – DRANGSNES - COSTA DI STRANDIR - LITLIBAER – SUDAVIK-ÍSAFJÖRÐUR

COSTA DI STRANDIR. Proseguendo oltre Olmavik lungo la strada costiera ammirate una serie di fiordi che si insinuano tra le montagne scoscese. Questa zona è ritenuta la casa dei grandi stregoni islandesi perseguitati.
DRANGSNES. Lo si raggiunge da Holmavik, sull’altro lato del fiordo Steingrimsfjordur, è un paesino isolato da cui si possono ammirare begli scorci dell’Islanda settentrionale e dell’isoletta disbitata di Grimsey. A guardia della costa si erge il faraglione di Kerling, che si ritiene essere un Troll femmina pietrificato.
LITLIBAER. Prima di raggiungere Isafjordur si incontra Litlibaer, un bel caffè pieno di cimeli interessanti, all’interno di una fattoria ottocentesca sullo Skotufjordur. Gustosi i waffle a forma di cuore farciti di marmellata fresca e panna montata.
SUDAVIK. Poco prima di raggiungere Isafjordur, dalla piccola comunità di pescatori di Sudavik www.sudavik.is si gode una splendida vista del fiordo. Il villaggio ospita il Centro della Volpe Artica che merita una visita, si trova all’interno della fattoria restaurata di Eyrardalur, uno degli edifici più vecchi della zona.
ISAFJORDUR. www.isafjordur.is E’ circondata da un lato da alte vette e dall’altro dalle acque calme e scure del fiordo. I suo centro è ricco di edifici antichi costruiti in legno. Oggi è un luogo cosmopolita con invitanti caffè e ristoranti.

HOTEL ISAFJORDUR in solo pernottamento o analogo – ISAFJORDUR.

14° GiornoÍSAFJÖRÐUR - SUDUREYRI - FLATERY - SKRUDUR - INGJALDSANDUR - CASCATA DI DYNJANDI – BILDUDALUR – PATREKSFJORDUR

Le penisole centrali di fiordi occidentali vanno dalla Isafjardardjup a nord, a sud fino al fiordo di Sugandafjordur, e all’ampio fiordo blu di Onundarfjordur, su cui sorge il villaggio di Flateyri. Questi tre fiordi sono collegati da un tunnel. Percorrere il tunnel che collega Isafjordur al fiordo Sugandafjordur. Qui visiterete Sudureyri. La tappa seguente è Flatery.
SUDUREYRI. Appollaiato sulla punta del Sugandarfjordur. Il villaggio di pescatori www.sudureyri.is è rimasto isolato per anni a causa dell’asperità delle montagne che lo circondano. E’ il posto migliore d’Islanda per pescare l’halibut, che lo rende il paradiso dei pescatori.
FLATERY. E’ un piccolo villaggio su uno sperone ghiaioso che si protende nel fiordo Onundarfjordur. Il maggior richiamo è dato dal magnifico paesaggio.
SKRUDUR. Deviando di pochi km si trova uno dei giardini botanici più antichi d’Islanda. Si riconosce per l’arco formato da ossa di balena (è delizioso!).
INGJALDSANDUR. Sul versante settentrionale del Dyrafjordur, vi guideremo verso l’estremità di questa aspra Penisola. La strada è sterrata (consigliamo auto 4WD) ed attraversa un meraviglioso altipiano costeggiato da miriadi di laghetti glaciali, colline verdi e canyon spettacolari. Immersa in una vallata pittoresca, la spiaggia isolata di Ingjaldsandur è un luogo fantastico per ammirare il sole di mezzanotte ma anche le volpi artiche. Rientrando sulla strada principale si costeggia il Dyrafjordur fino al villaggio Pingeyri e poi Hrafnseyri, fino a raggiungere la più maestosa cascata dei fiordi occidentali, Dynjandi.
DYNJANDI. Precipitando con un ampio ventaglio da una scarpata rocciosa alta 100 metri in fondo alla baia di Dynjandivogur, Dynjandi (Fjallfoss) è una spettacolare cascata in un contesto naturale altrettanto meraviglioso.
BILDUDALUR. www.bildudalur.is Il grazioso villaggio di pescatori occupa una delle posizioni più belle di tutta l’Islanda, sul fiordo Sudurfjordur. PATREKSFJORDUR. E’ situato sull’omonimo fiordo. Offre panorami spettacolari sulle scogliere.

WEST HOTEL in sea-view room in solo pernottamento o analogo – PATREKSFJÖRÐUR

15° GiornoPATREKSFJORDUR – RAUDASANDUR – BORGARNES – FOSSATUN – HRAUNFOSSAR – BORGARNES/FOSSATUN

RAUDASANDUR. Imboccando strade secondarie si passa davanti allo scafo arrugginito Gardar, quasi in fondo al fiordo, prima di costeggiare le spiagge deserte di sabbia dorata come Raudasandur. E’ una magnifica spiaggia dalle sfumature rosse e rosa, battuta dalle onde e coronata da una grande laguna azzurra. E’ un luogo suggestivo, e con la bassa marea si può camminare fino ai margini della laguna per vedere le foche. Si rientra sulla strada principali diretti a Fossatun, nei pressi di Borgarnes.
BORGARNES. E’ una vivace cittadina in posizione pittoresca su un promontorio. Tra i migliori musei d’Islanda è il suo Centro Studi sulla Colonizzazione, in un magazzino portuale restaurato in modo creativo: offre un affascinante analisi della storia dei primi insediamenti vichinghi in Islanda e dell’era delle saghe (www.settlementcentre.is ).
FOSSATUN. Nella campagna artica vicino a Borgarnes, tra dolci colline e gole con cascate si trova Fossatun dove si trova la guest-house per la notte. Nei pressi anche il birrificio Stedji Brugghus www.stedji.com (13:00-17:00).

FOSSATUN COUNTRY HOTEL – FOSSATUN

16° GiornoBORGARNES/FOSSATUN – HRAUNFOSSAR - CORRIDOIO KALDIDALUR – KEFLAVIK- GARDUR - PROMONTORIO DI GARDSKAGI

Si prosegue in direzione Reykholt, dopo di cui si trova la cascata Hraunfossar, salto d’acqua spettacolare, nei pressi di Husafell.
CORRIDOIO KALDIDALUR. Superato Husafell si imbocca una strada sterrata (consigliata auto 4DW) per percorrere il “Corridoio di Kaldidalur” che sfiora il margine di una serie di ghiacciai offrendo incredibili vedute della calotta glaciale del Langjokull, il secondo ghiacciaio d’Islanda per dimensioni. Ricollegandosi con strade statali si raggiunge Gardur ed il promontorio di Gardskagi. E’ uno dei posti migliori dell’Islanda per dedicarsi al bird-watching, perché vi nidificano gli uccelli marini ed è spesso una delle prime mete intermedie sulle lunghe rotte migratorie degli uccelli. Da qui è anche possibile avvistare foche, inoltre offre una vista stupenda sull’oceano fino a Snaefellsjokull. Due splendidi fari contribuiscono al fascino del luogo.

GUESTHOUSE GARDUR in solo pernottamento o analogo

17° GiornoGARUR - BLAA LONID – PARTENZA

Raggiungerete in auto Blaa Lonid / Blue Lagoon per una giornata all’insegna del relax!
BLAA LONID. www.bluelagoon.is Incastonata in un magnifico campo di lava nero, questa Spa dalle acque azzurre e lattiginose è alimentata dalla futuristica centrale geotermale di Svartsengi; con le sue torri argentate e le nuvole di vapore sembrerà di essere in un altro mondo. Se avete un volo di rientro serale consigliamo l’ingresso per le ore 10:00 (da € 43,00 a persona comprensivo di ciabatte, asciugamano, accappatoio ed una maschera facciale). Prenotabile tramite il sito indicato (oppure nostro tramite: da leggere le condizioni generali applicate dall’organizzazione). Prenotazione obbligatoria.
SCOGLIERE HAFNABERG. Se le terme non fanno per voi potrete dedicare la giornata alla scopreta delle suggestive scogliere di Hafnaberg. Dopo Sandgerdi si trovano scogliere piene di uccelli ed il ponte tra due continenti, un minuscolo ponte pedonale che collega le due estremità di un golfo sabbioso separa la placca nordamericana da quella europea.
Segue rilascio dell’auto a noleggio presso l’aeroporto di Keflavik in tempo utile per la partenza del volo di rientro in Italia.

GDPR