TANZANIA – Parchi del Nord 11 giorni

Prezzo
Da€3,800
Prezzo
Da€3,800
Nome e Cognome: (obbligatorio)*
Email: (obbligatorio)*
Telefono
Città di partenza
Data partenza
Data ritorno
Numero di notti in loco
Aspettativa di spesa a persona
Nome dei partecipanti (nome; cognome; data di nascita dei bambini)
Dettaglio richiesta
Salva nella lista dei desideri

Adding item to wishlist requires an account

34

Perché prenotare con noi?

  • Assistenza in loco per tutte le destinazioni
  • Nostra assistenza diretta per emergenze 24/7 su ns. numero cellulare privato durante il viaggio
  • Preventivo costruito su misura
  • Oltre 1000 clienti soddisfatti

Hai una domanda?

Non esitare a chiamarci. Un contatto telefonico diretto ci permetterà di capire meglio le tue esigenze per costruire il tuo viaggio proprio come lo desideri!

055 265 4587

055 532 0235

info@viaggincanto.it

11 Giorni
Disponibilità : Tutto l'anno
Aeroporti italiani
Arrivo a: KILIMANJARO
Età minima : Tutti

SAFARI

Parchi Nord della Tanzania

MONTE KILIMAJARO, ARUSHA, TARANGIRE
LAKE MANYARA, SERENGETI, NGORONGORO.

… Il respiro del panorama era immenso. Ogni cosa dava un senso di grandezza, di libertà, di nobiltà suprema…Lassù si respirava bene, si sorbiva coraggio di vita e leggerezza di cuore. Ci si svegliava la mattina, sugli altipiani, e si pensava: “Eccomi qui, e questo il mio posto”.     Karen Blixen

Non si possono narrare se non con la Poesia le sensazioni ed emozioni della Savana. E’ immergersi nella sorgente della Natura, sentire “fisicamente” vibrare la VITA in ogni cosa, a partire dalla sua terra rossa, Madre di ogni cosa. Proveremo l’esperienza di trovarci nel ventre del Mondo,

a contatto con le più profonde radici di noi stessi ….

11 Giorni

Partenza e ritorno

Dai principali aeroporti italiani

quota a persona in camera doppia a partire da € 3.800,00

a cui si devono aggiungere

  • Tasse aeroportuali da € 380,00
  • Gestione Pratica: € 60,00
  • Assicurazione Medico-Bagaglio-Annullamento: 2,7% della quota individuale.

OMAGGI INCLUSI

  • Zaino
  • Guida turistica
Le quote comprendono

Voli di linea con pasti a bordo, tutte le tasse di ingresso ai Parchi Nazionali (sia per i viaggiatori che per la jeep),mezza giornata di safari all’interno del cratere di Ngorongoro, tutti safari/game drive indicati in programma, Jeep Land Cruise privata con autista/guida a disposizione e km illimitato, acqua minerale durante i game drives, tutti i trasferimenti, soggiorno nei lodge indicati o simili, trattamento di pensione completa.

Le quote non comprendono

Visto turistico (ottenibile in aeroporto all’arrivo al costo di $ 50,00), mance extra di natura personale, quanto non indicato alla voce “La quota comprende”.

N.B. Tutti i nostri tour sono su misura, si possono quindi rielaborare a seconda delle vostre preferenze

Itinerario

1 ° GiornoITALIA – KILIMANJARO

Partenza dalle città italiane con voli di linea per il Kilimanjaro

2 ° GiornoKILIMANJARO

Accoglienza in aeroporto e trasferimento in auto al villaggio Ngabobo, alle falde del Monte Kilimajaro. Sistemazione all’ Africa Amini Maasai Lodge. Nel pomeriggio attività per scoprire questo luogo dove Masai, turisti e fauna selvatica cooperano, un meraviglioso modello di sviluppo basato sul rispetto e sullo scambio reciproco.

KILIMANJARO. Situato nella Tanzania nord-occidentale, quasi al confine con il Kenya e a soli 330 km a sud dell’equatore, il Kilimangiaro è il più alto massiccio vulcanico inattivo del continente africano, nonché una delle più alte vette del mondo (5.895 metri s.l.m.). Il Kilimanjaro rappresenta un vero e proprio paradiso naturale per escursionisti, naturalisti e scalatori . E’ un sistema montuoso costituito da tre vulcani: Kibo, Mawenzi, Shira.

Africa Amini Maasai Lodge si trova ai piedi del Monte Kilimanjaro nei pressi del villaggio Ngabobo. L’Africa Amini Maasai Lodge è costruito su 400 acri di territorio faunistico protetto; gli abitanti del villaggio sono i custodi di questo luogo e beneficiano di progetti di cooperazione atti alla loro preservazione. Lo scopo principale del lodge è quello di potenziare la comunità e generare reddito per finanziare l’educazione, i progetti di tutela e conservazione del patrimonio culturale, la sanità. Il lodge è stato costruito da donne e uomini del villaggio di Ngabobo con materiali locali. Qui viene seguito il principio di permacultura, metodo di coltivazione che, sulla base di principi e strategie ecologiche, permette di progettare insediamenti agricoli simili agli ecosistemi naturali, e quindi in grado di mantenersi autonomamente e di rinnovarsi con un basso impiego di energia. Le donne Masai gestiscono il progetto dell’apicoltura ed allevamento di polli. Il lodge utilizza l’energia solare come fonte di energia elettrica principale. Come un autentico progetto Maasai il lodge offre alle persone provenienti da tutto il mondo un’esperienza unica di condivisione con i Maasai. Il popolo Maasai considera il lodge come parte essenziale del loro villaggio ed accolgono calorosamente i turisti come li ospitassero a casa loro. Insieme con la comunità Maasai è stata creata una zona di conservazione faunistica, per cui è facile godere della presenza di animali selvaggi che si muovono indisturbati.

3 ° GiornoKILIMANJARO

Giornata dedicata alle attività di scoperta della cultura Masai e della fauna del territorio protetto. Pensione completa al lodge.

4 ° GiornoKILIMANJARO – ARUSHA

La mattina visita di un Boma, abitazione Masai, segue partenza con la vostra jeep ed autista per il Parco nazionale di Arusha, segue safari con pranzo pic-nic. Nel pomeriggio trasferimento nei pressi di Arusha e sistemazione a Katambuga House, nuovo lodge appena aperto di proprietà del nostro ufficio corrispondente.

ARUSHA. E’ la Capitale dei Safari, ai piedi del Monte Meru, tra il Monte Kilimanjaro ed i Parchi Nazionali Manyara, Tarangire, Ngorongoro ed a breve distanza anche dal Serengeti. A nord di Arusha si estende l’Arusha National Park ed il Monte Meru. Il Parco è suddiviso in tre parti: Monte Meru, il Cratere Ngurdoto ed i Laghi Momela; i differenti habitat ospitano una grande varietà faunistica.

5 ° GiornoARUSHA – TARANGIRE

Dopo la prima colazione partenza con la nostra jeep alla volta del Tarangire National Park. Giornata dedicata al Safari nel Parco, pranzo pic-nic. In serata arrivo al Campo Tendato Sangaiwe, cena e pernottamento al campo.

SANGAIWE TENTED CAMP: Situato vicino al nuovo cancello di Sangaiwe al parco nazionale di Tarangire con una vista mozzafiato sul lago di Buringi, il Sangaiwe Tented Lodge offre ai viaggiatori alloggi lussuosi di tenda, ottimo servizio e cibo fresco.

LAKE BURINGI si trova sul confine ovest del Tarangire National Park ed è ricchissimo di avifauna. TARANGIRE: è un’area naturale protetta ad un centinaio di chilometri ad ovest di Arusha, sulla strada che conduce a Dodoma, a sudest del lago Manyara. Prende il nome dal fiume Tarangire, che lo attraversa. Rispetto a parchi come quello del Serengeti, il paesaggio è più verdeggiante; attorno al fiume si trovano estese paludi e pianure alluvionali, ma anche boschi. Il parco ospita numerosi animali: zebre, gnu, alcelafi, kudu minori, dik-dik, numerose specie di gazzelle, bufali, giraffe, elefanti, felini quali ghepardi e leoni. Una delle specie arboree più caratteristiche è l’acacia ad ombrello (Acacia tortilis). È il parco tanzaniano con la maggior concent razione di baobab.

6 ° GiornoTARANGIRE – LAKE MANYARA

Dopo colazione partenza in jeep per una giornata di Safari nell’area del Lake Manyara. Pranzo pic-nic. Nel pomeriggio proseguimento alla volta del Bouganvillea Safari Lodge nell’area protetta di Karatu, tra il Lago Manyara ed il cratere di Ngorongoro. All’arrivo cena e pernottamento.

Bougainvillea Safari Lodge offre trentadue cottage immersi nella natura, alcuni affacciati sulla piscina, altri con panorama sulla natura circostante. Ogni camera accogliente dispone guardaroba, camino, ampio bagno con doccia e una veranda da cui godere della vista sui nostri lussureggianti giardini tropicali.

LAKE MANYARA NATIONAL PARK. E’ costituito da una striscia di terra lunga circa 50 km e larga tra i 6 e gli 8 km che include il lago omonimo e si estende fino al ripido versante occidentale della Rift Valley. L’estremità settentrionale del parco è occupata da una fitta foresta primaria. Si alternano poi paesaggi tipici della savana, punteggiata da giganteschi baobab, boschetti di acacia, e foreste a galleria lungo i corsi d’acqua. Il parco è infatti attraversato da molti torrenti e dal fiume Endabash. All’estremità meridionale ci sono inoltre le sorgenti d’acqua calda Maji Moto. Il parco offre la possibilità di contatti ravvicinati con numerosi branchi di elefanti, che sono l’attrattiva principale, ma anche con colonie di babbuini, gnu, zebre, giraffe, ippopotami e leoni, oltre a numerose varietà di uccelli, tra i quali gli eleganti fenicotteri.

7 ° GiornoLAKE MANYARA - SERENGETI

Dopo colazione partenza in jeep per una giornata di Safari nell’area centrale del Serengeti National Park. Pranzo pic-nic. In serata arrivo al Grumeti Migration Camp Tented Lodge. Cena e pernottamento.

Grumeti Migration Camp. Situato nell’area aperta di Ikoma, adiacente al Parco Nazionale del Serengeti, il Grumeti Migration Camp è un piccolo campo tendato deluxe in una proprietà privata che offre intimità, comfort e esclusività nel cuore di una delle zone più selvagge e importanti della savana. Il campo è composto da dieci suite individuali, una sala da pranzo separata, un salotto e un bar. La filosofia fondamentale del campo Grumeti è il turismo sostenibile in Africa e la conservazione attiva dell’habitat naturale.

8 °/9° GiornoSERENGETI

Safari di altri due giorni con la nostra jeep nel Parco Nazionale Serengeti. Pranzi pic-nic, cene al campo tendato GRUMETI MIGRATION CAMP.

SERENGETI: La pianura di Serengeti è una regione di circa trentamila chilometri quadrati, costituita da prateria, savana e boschi. La parte settentrionale appartiene al Kenya, quella meridionale (l’80% circa della superficie totale) alla Tanzania. La zona costituisce l’habitat naturale per una grande varietà di animali; si stima che sia abitata da circa un milione e mezzo di erbivori e migliaia di predatori. Gli animali più comuni sono gli gnu, le antilopi, le gazzelle, le zebre e i bufali.La pianura è celebre per gli impressionanti movi menti migratori che si verificano ogni anno. Intorno a ottobre, circa un milione e mezzo di erbivori si sposta no a sud, attraversando il fiume Mara, per ritornare a nord intorno ad aprile. Questo fenomeno viene talvolta chiamato “la migrazione circolare”. Appartiene a quest’area anche il sito archeologico di Olduvai, dove sono avvenuti ritrovamenti di alcuni dei più antichi fossili di ominidi.

10° GiornoSERENGETI – NGORONGORO

Dopo la prima colazione partenza per Ngornongoro e discesa nel cratere. Segue mezza giornata di Safari a Ngorongoro, cena e pernottamento al “THE RETREAT AT NGORONGORO”.

Il The Retreat at Ngorongoro è un lodge all’interno di 30 ettari di terreno in un fantastico contesto naturale in cui si integra perfettamente. La sua struttura è tale da massimizzare lo spazio, la privacy e l’ambiente naturale. Grazie alla comoda posizione, si può facilmente effettuare visite al parco nazionale Lake Manyara, all’area del lago Eyasi e al cratere di Ngorongoro.

L’Area di conservazione di Ngorongoro è un’area naturale protetta della Tanzania che si estende nella zona della caldera di Ngorongoro situata nella pianura di Serengeti, a nord-ovest della città di Arusha e ad est del Parco del Ser engeti, con il quale costituisce un territorio ininterrotto. Il cratere di Ngorongoro si trova a 2.200 metri sul livello del mare, misura oltre 16 chilometri di diametro e occupa in totale un’area di circa 265 chilometri quadrati. Si tratta della più grande caldera intatta del mondo. Sulla corona del cratere corre un’unica strada, sul versante meridionale. Ci sono quattro strade che collegano la corona con l’interno del cratere; il percorso di discesa richiede circa 30 minuti in fuoristrada. Grazie alla buona piovosità, agli stagni e ai piccoli laghi e torrenti interni, alla nebbia notturna che circonda e alimenta le foreste dei pendii del vecchio vulcano, la zona è divenuta un vero e proprio ecosistema. La savana occupa la zona più interna del cratere, alternandosi a tratti di palude, macchie di acacia e zone aride semi-desertiche; al centro del cratere si trova un lago. Nel cratere la concentrazione di fauna è impressionante: si calcola che sia abitato da oltre 25000 animali di grossa taglia. L’immagine più tipica è probabilmente quella degli enormi branchi di zebre e gnu, ma nel cratere abita la gran parte delle specie tipiche della savana: elefanti, leoni (un centinaio, questa è la popolazione a maggiore densità di tutta l’Africa), bufali, iene, sciacalli, ippopotami, babbuini, ghepardi,nonché alcune piuttosto rare come i rinoceronti neri, ultimi superstiti di una specie che nel resto della Tanzania è sull’orlo dell’estinzione, e i leopardi, che vivono sugli alberi della foresta pluviale che ricopre i pendii del cratere. Innumerevoli le specie di uccelli attratte dalla riserva, che con i suoi numerosi specchi d’acqua costituisce un richiamo per la fauna migratrice: tra essi meritano una segnalazione particolare i fenicotteri, che qui costituiscono una delle colonie più numerose di tutta l’Africa. Assenti invece le giraffe e gli impala. Le locali tribù masai hanno il diritto di pascolo in questa zona.

11° GiornoNGORONGORO – ARUSHA - ITALIA

Safari sulla strada per Arusha. Sosta per il pranzo a Katambuga House, segue proseguimento per l’aeroporto in tempo utile per il volo per l’Italia

Galleria fotografica

GDPR